HomeCircolari agli iscrittiCircolare agli Iscritti - PROT. 2439/2017

Circolare agli Iscritti - PROT. 2439/2017

Chiarimenti in materia di Assicurazione obbligatoria D.M. del 22/09/2016

Come ormai a tutti noto domani 11 ottobre 2017 entrerà in vigore il decreto del Ministero della Giustizia 22/09/2016, G.U. 11/10/2016 recante le “condizioni essenziali e massimali minimi delle polizze assicurative a copertura della responsabilità civile, degli infortuni derivanti dall'esercizio dell'attività forense

Si reitera pertanto l’invito a tutti gli iscritti di provvedere alla stipula e/o all’adeguamento delle polizze assicurative nel rispetto delle condizioni riportate nel citato D.M. ed a comunicarne ai sensi dell’art.12 L. 247/2012  gli estremi esclusivamente a mezzo pec (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - all’Ordine degli Avvocati compilando i campi riportati nella comunicazione del 14 settembre 2017.

Si rammenta, altresì, che ai sensi dell’art. 4 del D.M. in commento l’assicurazione contro gli infortuni “deve essere prevista a favore degli avvocati e dei loro collaboratori, praticanti e dipendenti per i quali non sia operante la copertura assicurativa obbligatoria I.N.A.I.L. 2. L’assicurazione deve prevedere la copertura degli infortuni occorsi durante lo svolgimento dell’attività professionale e a causa o in occasione di essa, i quali causino la morte, l’invalidità permanente o l’invalidità temporanea, nonché delle spese mediche. 3. Il contratto deve includere tra i rischi assicurati l’infortunio derivante dagli spostamenti resi necessari dallo svolgimento dell’attività professionale”.

A tal fine, anche per rispondere ai quesiti posti dagli iscritti in questo periodo, si precisa che alla stipula di detta assicurazione l’Avvocato dovrà  provvedere a far data dall’11/10/2017   e che la copertura assicurativa è obbligatoria per tutto il tempo in cui i collaboratori e/o praticanti prestino la loro attività professionale anche occasionale in favore dello studio legale. Con la conseguenza che sarà cura dell’Avvocato comunicare a questo Consiglio ed alla compagnia assicurativa l’eventuale cessazione di ogni forma di collaborazione e/o frequenza dello studio professionale da parte del collaboratore e/o praticante in precedenza assicurato.

In tal modo l’Avvocato, oltre a gestire con oculatezza i propri obblighi assicurativi (data la delicatezza delle responsabilità che ne conseguono) garantirà a questo Consiglio dell’Ordine l’aggiornamento continuo e costante dell’albo dei praticanti, sia di quelli muniti di autonomo ius postulandi che di quelli muniti del patrocinio sostitutivo.

Si precisa, altresì, che nelle ipotesi in cui i praticanti siano stati esonerati dallo svolgimento della pratica forense per l’espletamento del tirocinio ex art. 73 DL 69/2013 ovvero per la frequenza di una Scuola di Specializzazione per le professioni legali, l’Avvocato non sarà tenuto a garantire la copertura assicurativa contro gli infortuni solo se il praticante non frequenta lo studio e non svolge alcuna attività nell’interesse dell’Avvocato presso il quale aveva iniziato la pratica.

Infine, si coglie l’occasione per suggerire agli iscritti di valutare la possibile estensione della copertura assicurativa contro gli infortuni anche in favore degli eventuali collaboratori esterni occasionali.

Il Presidente

Avv. Umberto Coppola

Su questo sito usiamo i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito, date il vostro consenso ad accettare i cookies.

Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e come disabilitarli, vi invitiamo a visitare la pagina relativa alla nostra Cookie Policy.

Vi invitiamo inoltre a prendere visione della nostra Privacy Policy