HomeCircolari agli iscrittiCIRCOLARE AGLI ISCRITTI - PROT. 1165/2019

CIRCOLARE AGLI ISCRITTI - PROT. 1165/2019

COMPENSAZIONE DEBITI FISCALI CON I CREDITI DA PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

Cara/o Collega,

come è noto, in forza dell’art. 1 c. 778 della L. 208/2015, a decorrere dal 2016 gli avvocati che vantano crediti per spese, diritti ed onorari sorti ai sensi degli artt. 82 e segg. del D.P.R. 115/2002 (Patrocinio a spese dello Stato) sono ammessi alla compensazione di quanto da essi dovuto per ogni imposta e tassa, compresa l’IVA, nonché al pagamento dei contributi previdenziali per i dipendenti.

Inoltre, il decreto del Ministero dell’Economia del 15.07.2016, in attuazione della disposizione di cui sopra, ha regolamentato la procedura.

Va precisato, innanzitutto, che:

 

– i crediti devono essere stati liquidati dall’autorità giudiziaria con decreto di pagamento divenuto definitivo (ossia non deve essere stata proposta opposizione e devono essere spirati i termini per proporla);

– i crediti non devono risultare pagati, neanche parzialmente;

– in relazione ai crediti  deve essere stata emessa la fattura elettronica (ovvero, per il periodo precedente l’entrata in vigore dell’obbligatorietà della fatturazione  telematica, la fattura cartacea registrata).

– l’opzione potrà essere esercitata esclusivamente per l’intero importo della fattura;

l’opzione potrà essere esercitata esclusivamente dal 1 marzo al 30 aprile di ogni anno.

Per attivare la procedura è necessario che  il professionista si sia preventivamente accreditato alla piattaforma elettronica di certificazione (alle modalità che si vedranno infra).

La piattaforma elettronica selezionerà le fatture per cui è stata esercitata l’opzione (e resa la richiesta dichiarazione) fino alla concorrenza delle risorse annualmente stanziate, attribuendo priorità alle fatture emesse in data più remota.

Per le fatture emesse la piattaforma rilascerà la comunicazione di ammissione alla procedura di compensazione.

Per le fatture non ammesse l’opzione si intenderà automaticamente revocata.

La piattaforma è reperibile al seguente indirizzo web:

http://certificazionecrediti.mef.gov.it/CertificazioneCredito/home.xhtml

Si consiglia, prudenzialmente,  di effettuare l’inserimento di tutte le fatture che si intendono portare in compensazione in un unico accesso.

Un campo da compilare, obbligatoriamente, riguarda il numero di protocollo SIAMM,  dato assegnato dall’ufficio alla istanza di liquidazione.

Si precisa che anche gli Studi Associati sono ammessi alla compensazione.

Di seguito si riportano le indicazioni fornite dall’ufficio competente, Ragioneria dello Stato,  per l’accreditamento alla piattaforma elettronica di certificazione:

“ Ai fini dell’accreditamento sulla PCC da parte di Liberi Professionisti si riporta quanto estrapolato dalla Guida pubblicata sulla Piattaforma sulla certificazione dei crediti (a pag. 17) e che prevede che i “creditori, devono recarsi presso la P.A. debitrice (o la Ragioneria Territoriale dello Stato della provincia di appartenenza) per effettuare un riconoscimento de visu e successivamente, con le credenziali ricevute, completare l’accreditamento alla piattaforma”.

Nel caso in cui i creditori desiderino effettuare l’iscrizione presso questa Ragioneria si comunicano gli orari e gli sportelli cui rivolgersi:

Ragioneria Territoriale dello Stato di Trapani

Via Torrearsa n. 92 – 91100 Trapani

Orario apertura sportelli: lunedì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00 – martedì e giovedì dalle 15.30 alle 16.30.

Recapito telefonico: 0923 828611 (centralino)

Allo sportello occorre presentarsi muniti di documento di riconoscimento valido e non scaduto e di una fotocopia che verrà trattenuta.

Cordiali saluti

Il Consigliere Segretario

Avv. Giuseppina Montericcio

Su questo sito usiamo i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito, date il vostro consenso ad accettare i cookies.

Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e come disabilitarli, vi invitiamo a visitare la pagina relativa alla nostra Cookie Policy.

Vi invitiamo inoltre a prendere visione della nostra Privacy Policy